L’inserto di Dicembre

“L’inserto di Dicembre”

 

 

L’inserto di Dicembre
(c) Emanuele Martorelli. In copertina: un vilipeso pacco doni.

Starmale9inserto

L’EDIT(T)ORIALE

Gentili,

errare è umano. Perseverare nell’ambiente artistico e discografico nel nostro Paese al momento è puro dadaismo. Ecco perché vi si comunica la nascita della Starmale Records – Etichetta Discografica Dipendente (dipendente cioè da fattori a lei indiEpendenti) di Emanuele Martorelli. Il primo lavoro discografico estratto non poteva che essere riferito al passato (perché il futuro era ieri): ecco così a voi i KRAPTFEN, band elettropop berlinese che nel 1979 aveva talmente voglia di parodiare il genere da venire praticamente ignorata dal mercato. Nel 2013 l’ex fondatore Emile Streich incontra il musicista e videomaker Emanuele Martorelli: dalla collaborazione nascono delle riedizioni di vecchi brani e nuove composizioni. Il video che vi offriamo (Spacekraft I.V.A.) è la restaurazione dal VHS dell’unica apparizione della band per l’emittente tedesca DT1. La band oggi rinasce sottoforma del Collettivo K, un gruppo di addetti di un settore artistico morente provenienti da varie parti d’Europa (Italia, Germania e Inghilterra). Il collettivo conta al suo interno musicisti, video maker, tecnici audio/video, fotografi e scrittori europei. E’ il primo esempio di collettivo antidemocratico (ogni partecipante porta spesso contributi già chiusi e definiti) e ad identità intercambiabili (i volti dei partecipanti sono spesso coperti e non riconoscibili). In un momento storico che nega fortemente diritti individuali, il collettivo Kraptfen elimina l’individuo alla base, lasciando alla società vuoti da colmare non tassabili. Il videoclip esce in allegato all’inserto natalizio della rivista Starmale, Mensile di Cose Brutte, Malessere e Disagi. Certi che, in un momento in cui l’immobilità è per prima cosa d’intenzione, l’importante sia ancora esagerare.

Arrivederci all’anno prossimo

L’inDirettore Irresponsabile
E.M.

cartIl brano “Spacekraft I.V.A.” è acquistabile a questo link e sui negozi digitali a $0,99 (il corrispettivo di un caffè o un finanziamento alla scuola pubblica). Oppure clicca sul carrello.

Ringrazi ufficiosi a:

Mauro Calanca (restauro video, luci e redirezione fotografia),
Matteo “Kutso” Gabbianelli e la Kutso Noise Home studio (re-mastering audio),
Luigi Andreoli e Barbara Marinangeli (foto editing).
Si ringrazia la Derstreich music ltd, DT1 Kanal, Emile Streich, Elisa Fantinel, Bottega delle Arti Creative Roma ed il gruppo Jobel.

A voi “Spacekraft I.V.A.”, videoclip restaurato dell’unica apparizione dei Kraptfen per la DT1 Kanal nel 1979.

Commenti

4 ciarle su “L’inserto di Dicembre”

  1. C’è un modo per essere deprimentemente sexy? Sai quel fascino della persona depressa e negativa con cui ti metti e non può finire che malissimo perché vampirizza quel poco di energia positiva che ti rimane? 😀

    1. E’ semplicissimo: con un fenomeno simile all’immersione subacquea, basterà scendere (in termini depressivi) sotto il livello della persona che vampirizza, che a quel punto si sentirà superata anche nell’inutilità. Verrai lasciata con una scusa medio-banale, ma ne acquisterai in appeal (che non potrai però a quel punto sfruttare dato il tuo stato di disagio).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>